Nelle sue riflessioni Chagall sosteneva che non ci fosse una differenziazione delle arti come quella voluta dalla società: il prodotto artistico è sempre influenzato a tutti livelli da quello che lo circonda.

Questa è l’intuizione che nel 1984 porta Francesco Caprini, coinvolgendo Franco Sainini, a creare una realtà che fosse occasione di incontro e stimolo per ambiziosi sognatori. DIVI IN AZIONE.

Tutto nasce quando Caprini, già pienamente inserito nella vita artistica della Milano di quel periodo che andava ad arricchirsi di teatri, circoli e locali come Magia Music Meeting, Le Scimmie, Orient Express, prende consapevolezza dell’evidente discrepanza tra le rockstar inglesi e i musicisti italiani. La grande differenza stava nella mancanza di un servizio organizzativo e comunicativo che potesse valorizzare in maniera autentica e sempre originale il talento degli artisti.

Muovendo i primi passi con la rassegna di Rock targato Italia e arrivando fino alla fondazione dell’etichetta Terzo Millennio (2000), Divinazione Milano diventerà un punto di riferimento e una rampa di lancio per tutti gli emergenti che verranno riconosciuti come capisaldi del panorama musicale italiano: da Elio e le storie tese ai Timoria, con Omar Pedrini e Francesco Renga, fino ai Litfiba e Marlene Kuntz.

Assieme al lancio degli esordienti (arrivando a portare i Timoria al Festival di Sanremo del 1991, vincitori del primo premio della critica alle nuove promesse), Divinazione dimostrerà un talento camaleontico nell’adattarsi alle più disparate occasioni culturali, artistiche e musicali: dall’Adidas Street Ball (1995), al Tour di Buon Compleanno Elvis di Luciano Ligabue, alla mostra “Pazienza un corno” dell’omonimo fumettista (2012) e poi ancora Zibba & Almalibre (2003), Milano Suona (1997), la nazionale italiana calciatori-cantanti Dynamo rock (2000). Tra i progetti degli ultimi anni troviamo il programma Contromano di RAI Isoradio (2010), l’associazione culturale Milano in Musica (2012), i campionati mondiali di sci di fondo Race in the City al parco Sempione (2012), la rassegna Idroscalo Estate (2012) e la rassegna Abilità inVisibile (2020).

Unico chiodo fisso: rimanere (Divi) in azione.