Scritto da  2015-10-10

Fabio Santini

(0 Voti)

Fabio Santini, giornalista, autore e attore teatrale, conduttore radiofonico e televisivo

Nato a Milano, ha incominciato giovanissimo a scrivere sino a diventare inviato speciale di Tv Sorrisi e Canzoni, di Gente. Poi caporedattore spettacoli de L’Indipendente, quindi collaboratore di importanti quotidiani nazionali con i quali tuttora collabora.

In radio ha lavorato a Radiodue Rai, Radio Milano International, Radio 105, Radio Deejay. A RTL 102.5 ha inventato il Giornale Orario e tuttora vi conduce programmi di calcio. 

In tv, ha incominciato a Trm2, passando poi a Italiauno dove per 8 anni ha condotto  “Musica è”, quindi è stato su Telelombardia, Antenna 3, Telenova e attualmente è sul circuitoNazionale 7Gold come opinionista di calcio.

Per il teatro ha scritto e interpretato: “C’era una volta il Cinema”, dedicato al dietro le quinte dei film di Sergio Leone. “Un sogno una vita”, dedicato ai Beatles e attualmente è impegnato con “Siamo tutti Signor G” dedicato a Giorgio Gaber.

E’ conduttore di conferenze-spettacolo su temi legati all’attualità, al mondo della musica, del cinema e della televisione.

Ora, ecco tre brevi profili dei miei spettacoli teatrali

C’era una volta il Cinema 

C’è solo un mezzo per comunicare passione, competenza, riconoscenza. E’ il teatro. Un attore va in scena, alle sue spalle un maxi-schermo, gli spezzoni dei film di Sergio Leone e le musiche di Ennio Morricone. Questo è “C’era una volta il Cinema”, il viaggio appassionato di Fabio Santini dietro le quinte dei film di Sergio Leone, per ripercorrerne gli aneddoti, le emozioni, le suggestioni più profonde. Un’ora e 40 di grande teatro, uno spettacolo premiato dalla critica e dal pubblico e gratificato di riconoscimenti internazionali. 

Siamo tutti Signor G

Fabio Santini pensa che solo Giorgio Gaber possa rifare Gaber. Ma come? E dov’è finito lo sterminato pubblico che per quasi 30 anni ha seguito il Signor G? Così, mentre è diventata una moda far ricantare Gaber ai cantanti di oggi, ecco che l’artista torna nelle sue versioni originali interpretate da lui stesso e proiettate su maxi-schermo, con una ritrovata qualità di immagine e suono. L’attore in scena le introduce con parole che sembrano indicarci il senso di un viaggio immaginario ma ricco di suggestioni nel pensiero di Gaber. Per dimostrare che ancora oggi sono di straordinaria attualità. 

Beatles: un sogno, una vita

Una voce narrante, un attore che, da ragazzo, è stato testimone della beatlemania. E 4 ragazzi dai 20 ai 30 anni che rifanno le canzoni senza tempo dei Beatles. Non il solito tributo ai Beatles, non la solita cover band dei Favolosi Quattro, ma un vero e proprio viaggio attraverso quegli anni irripetibili, alla ricerca di un tempo che identificava nei Beatles i simboli popolari di una cultura universale. Ogni 4/5 canzoni, Santini rievoca su palco aneddoti, sintesi, episodi che ci trasferiscono passione e il senso di un’esistenza segnata da quei quattro ragazzi di Liverpool. 

 

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6

contattaci

Ci piacerebbe conoscere il tuo progetto!

Un consulente ti contatterà entro 24 ore per discutere le tue esigenze in dettaglio e fornire un preventivo gratuito.

scrivici