Nicola Maria Di Febo

Nicola Maria Di Febo

   Il videoclip è già disponibile su Youtube https://goo.gl/DpMVsC

Si intitola “Parole di pioggia” il nuovo singolo dei Seconda Vita, da oggi disponibile in tutte le radio e webstore.

Parole di pioggia”, edito da Saar Records e tratto dal loro album “Scusa se sono un poeta”, è una poesia dai suoni melodici e intensi che parla di un breve, magico ma effimero incontro tra un uomo e una donna.  

Il videoclip, realizzato con la collaborazione dello Studio Decibel di Busto Arsizio, non a caso sembra girato dietro un vetro bagnato di pioggia: questo effetto fotografa perfettamente sia le emozioni di una giornata uggiosa che la distanza tra il protagonista della canzone e della donna sconosciuta che incontra. Con essa il protagonista immagina un passato, una storia e possibili delusioni: insomma, una vita che, però, si infrange di fronte alla cruda realtà, in cui purtroppo non potrà accadere nulla di tutto ciò che ha immaginato

Il videoclip è già disponibile su Youtube: https://goo.gl/DpMVsC

Spudoratamente ispirata dagli idoli dell'artista (Prince e Philip Bailey in prima linea) “Posso fare a meno di te” è tradotta in immagine con un'altra copertina "ultra pop". Questa volta l'autoritratto è stato realizzato con il contributo del fotografo partenopeo Salvatore Scialò, che ha scattato la fotografia iniziale poi rielaborata dallo stesso Devis.

Il singolo è il terzo tratto da “NELLA STANZA”, album  di esordio del cantautore milanese Andrea Devis.

Se già con i precedenti estratti il riferimento agli anni ottanta era chiaro, con questa nuova uscita siamo all'apoteosi: il cantato si fa più sottile, tra intrecci vocali e l'inaspettata improvvisazione finale. L'arrangiamento ricalca volutamente il pop di quegli anni e il testo si vela di un'ironia rimasta fino ad ora inedita: "Tra i consigli delle stelle, che sian veri o che sian palle, Acquario Toro oppure la Vergine".

La malinconia di cui erano intrise le altre canzoni, lascia finalmente spazio a contenuti più leggeri, anche se un certo fil rouge rimane: la fine di una storia, e la tentazione irresistibile di dire "Guardami e sorprenditi adesso se non sono più lo stesso e faccio a meno di te" con un certo desiderio di rivalsa. Ma Andrea Devis non si prende troppo sul serio, e ci propone una delle tracce più frizzanti dell'album, disponibile su tutte le piattaforme digitali già dallo scorso Giugno.

 

"Corpi Fragili” il primo album degli Hotel Monroe è da oggi in preorder su iTunes e presave su Spotify. Il disco, prodotto da Twins104/Believe digital, sarà disponibile in tutti i negozi di dischi e webstore dal 12 aprile.

Dopo l'uscita dei primi 2 singoli che hanno fatto da "apripista" a questo lavoro ("L'ultima cosa che" ed "Ho visto l'amore cambiare colore") vede la luce questo progetto che, grazie anche al crowdfounding messo in atto dalla band parmense, può certamente definirsi un lavoro di altissima qualità sia per i contenuti dei testi che per gli arrangiamenti.

Il videoclip è già disponibile su Youtube

https://goo.gl/DpMVsC

 

Si intitola “Parole di pioggia” il nuovo singolo dei Seconda Vita, dal 5 aprile in tutte le radio e webstore.

Parole di pioggia”, edito da Saar Records è tratto dal loro album “Scusa se sono un poeta”, è una poesia dai suoni melodici e intensi che parla di un breve, magico ma effimero incontro tra un uomo e una donna.  

Il videoclip, realizzato con la collaborazione dello Studio Decibel di Busto Arsizio, non a caso sembra girato dietro un vetro bagnato di pioggia: questo effetto fotografa perfettamente sia le emozioni di una giornata uggiosa che la distanza tra il protagonista della canzone e della donna sconosciuta che incontra. Con essa il protagonista immagina un passato, una storia e possibili delusioni: insomma, una vita che, però, si infrange di fronte alla cruda realtà, in cui purtroppo non potrà accadere nulla di tutto ciò che ha immaginato.

Il videoclip è già disponibile su Youtube: https://goo.gl/DpMVsC

https://youtu.be/4iyYcC6c2P4

 

Il nuovo videoclip, “Il Numero Uno” dei Fanali Di Scorta band torinese formata da Daniele Chiarella e Carlo Peluso è da oggi disponibile sul canale YouTube dell’artista https://youtu.be/4iyYcC6c2P4.

I Fanali di Scorta cambiano nuovamente direzione e con il nuovo singolo omaggiano la scena rock-demenziale italiana degli anni 70'- 80' con l'aiuto di Giovanni Spada (leader della punk band demenziale Disforia Psichica) e del rapper TUFU.

Una canzone ironica a tinte rock derivata dalla esperienza di Daniele Chiarella come chitarrista della FREAK OUT BAND di Alessandra Mostacci compagna dell' indimenticato leader degli SKIANTOS FREAK ANTONI.

Nel videoclip si narra di un Talent di provincia, il tutto si svolge nel teatro di Borgaro Torinese dove si incontrano personaggi disparati alla ricerca di un po' di effimera celebrità decretata da una giuria "folkloristica" e un pubblico poco attento. Tutti vogliono essere a loro modo Numeri 1.

Il singolo è già disponibile in tutti i webstore e in radio. Nel brano, la band si diverte ad analizzare la moderna tematica della popolarità a tutti i costi, rimanendone involontariamente invischiata. Una canzone ironica, a tinte rock, che ricalca e omaggia la lezione di Freak Antoni degli Skiantos.

Per l’occasione, i Fanali Di Scorta sono accompagnati dal rapper TUFU e da Giovanni Spada, storico leader della band punk-demenziale Disforia Psichica.

I Nylon, la band vincitrice di Rock Targato Italia 2018, presenterà l’album di debutto “Quasi fosse una tempesta” - già disponibile in tutti i negozi di dischi e webstore – Sabato 6 Aprile alle ore 22.00 al Garage Moulinski, in Via Pacinotti n. 4, a Milano.

Si partirà con l’esibizione del cantautore siciliano Cesare Livrizzi per proseguire con il “Teatro Canzone” dei Nylon. Insomma, una bella occasione per ascoltare le canzoni del nuovo disco e brani inediti del loro repertorio. 

“Quasi fosse una tempesta” è l’album di debutto dei Nylon, frutto di un lungo percor
so che ha visto la band pavese esibirsi sui palchi del nord Italia per arrivare a realizzare uno spettacolo originale, straordinario, coinvolgente fatto di teatralità, gesti parole e musiche di forte impatto. Si tratta di un lavoro ibrido, le cui 10 tracce vestono sonorità che spaziano dal rock al folk e sono corredate da testi che si rifanno alla tradizione cantautorato italiano.

La realizzazione ha richiesto più di anno di lavoro per cercare di condensare l’energia del live in un album da studio. Ad anticipare l’uscita del disco, a novembre 2018 è stato pubblicato il singolo di debutto “L’indecente”, un brano a cavallo tra cantautorato e ritmi gitani, che racconta di vite bohémien, di donne, di seduzione.

 “Posso fare a meno di te” il nuovo singolo del cantautore milanese Andrea Devis sarà disponibile dal 5 Aprile in tutte le radio e webstore. Il brano è il terzo tratto da “NELLA STANZA”, album di esordio del cantautore milanese.

Spudoratamente ispirata dagli idoli dell'artista (Prince e Philip Bailey in prima linea) “Posso fare a meno di te” è tradotta in immagine con un'altra copertina "ultra pop". Questa volta l'autoritratto è stato realizzato con il contributo del fotografo partenopeo Salvatore Scialò, che ha scattato la fotografia iniziale poi rielaborata dallo stesso Devis.

E’ da oggi disponibile in tutti i web-store digitali l’omonimo EP di debutto “Lo Stato delle Cose”, anticipato dal singolo “Perdersi”, uscito lo scorso 22 Febbraio.
Le cinque tracce dell’EP (concept EP) hanno un filo conduttore: la fragilità e la rottura dei rapporti.

Sono istantanee di uno stato d’essere e di fatto, polaroid di resistenze, di malinconie. I brani non descrivono storie, ma, piuttosto, si soffermano su alcuni momenti, “scatti” in bianco e nero di istanti ben precisi. Ad accompagnare tali fotogrammi, un suono diretto, antitetico, che accosta parti elettroniche a delle linee prettamente acustiche. Il risultato è, però, semplice, curato ed emozionante.

Lunedì, 25 Marzo 2019 09:19

Lorenzo Castelluccio

Lorenzo Castelluccio

28 marzo alle ore 19,15

BRICKS via Ascanio Sforza 31 Milano

con i racconti di Milano Meravigliosa.

 

Le strade di Milano hanno qualcosa da raccontare, anche se per i detrattori la città è grigia. noiosa, fredda, sempre uguale a se stessa. Il fatto è che Milano non è sfacciatamente bella; è una città da amare per le sue storie, le sue leggende e le sue curiosità.

Alcune di queste sono descritte nelle pagine di “Nell’omonima via – I racconti del Drago Verde”,  un’antologia di racconti a cura di nove scrittori, fra i quali Rino Morales, Maurizio De Filippis, Giovanni Francavilla, Gian Luca Tavecchia, Nicola Chinellato e Raffaele Maddalena. Emerge una metropoli vista con gli altri occhi, che consentono di individuare itinerari insoliti tra le pieghe della modernità.

Gli autori stuzzicheranno la curiosità del pubblico, insieme al giornalista e scrittore Ermanno Accardi e al cantante, attore e regista Lorenzo Castelluccio, con il suo ampio repertorio di monologhi e canzoni popolari meneghine.

Lorenzo Castelluccio

 

Lorenzo Castelluccio è un attore, cantante e regista diplomatosi alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, dotato di una preparazione variegata che comprende l’espressione corporea e vocale (diploma di baritono conseguito nel 1994 presso il Conservatorio G. Verdi di Milano).

La sua preparazione poliedrica lo ha portato a collaborare con importanti registi nel teatro di prosa, quali G. Salvatores, F. Crivelli, F. Quadri, P. Poli ed E. De Capitani, nonché come baritono in prestigiosi teatri d’opera in Italia ed all’estero (Teatro alla Scala di Milano, Teatro S. Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo).

Curriculum Vitae sintetico Lorenzo Castelluccio Attore e cantante Sito web: www.lorenzocastelluccio.it

 

FRANCESCO CAPRINI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Mob. 3925970778 393 2124576

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

 

Le strade di Milano hanno qualcosa da raccontare, anche se per i detrattori la città è grigia. noiosa, fredda, sempre uguale a se stessa. Il fatto è che Milano non è sfacciatamente bella; è una città da amare per le sue storie, le sue leggende e le sue curiosità.

Alcune di queste sono descritte nelle pagine di “Nell’omonima via – I racconti del Drago Verde”,  un’antologia di racconti a cura di nove scrittori, fra i quali Rino Morales, Maurizio De Filippis, Giovanni Francavilla, Gian Luca Tavecchia, Nicola Chinellato e Raffaele Maddalena. Emerge una metropoli vista con gli altri occhi, che consentono di individuare itinerari insoliti tra le pieghe della modernità.

Gli autori stuzzicheranno la curiosità del pubblico, insieme al giornalista e scrittore Ermanno Accardi e al cantante, attore e regista Lorenzo Castelluccio, con il suo ampio repertorio di monologhi e canzoni popolari meneghine.

Pagina 1 di 7

contattaci

Ci piacerebbe conoscere il tuo progetto!

Un consulente ti contatterà entro 24 ore per discutere le tue esigenze in dettaglio e fornire un preventivo gratuito.

scrivici