"Paganini non ripete"

Questo è uno dei detti popolari più inflazionati, la sua origine è però sconosciuta ai più.

Era il 1818 quando, al Teatro Carignano di Torino, Carlo Felice pregò il grande maestro genovese Niccolò Paganini di ripetere un brano ed egli si rifiutò poiché molto di ciò che suonava era improvvisato e irripetibile.

Cyberia” il singolo e video degli HOTEL MONROE dalla prossima settimana in rotazione radiofonica e tv

https://youtu.be/LhUU0wSUkYE

Negli anni 50 un certo clima esistenzialistico con una buona dose di pessimismo contrassegnava quello che è passato alla storia dell’arte come espressionismo astratto. Quel movimento che in dote al clima nero degl’anni dell’immediato dopoguerra negava l’immagine che tutto d’un tratto, aveva perso diritto di essere. Ma poi arrivano gli anni 60 con la loro ondata di ottimismo. I consumi schizzano alle stelle. Cambia la società, cambia lo stile di vita e l’arte, ovviamente, registra il colpo: nasce la Pop Art.

Il nuovo singolo e video degli Euphorica: La Rivelazione.

Vincitori di Rock targato Italia XXVI edizione

https://youtu.be/GbBHDQdpjck 

La Rivelazione” il nuovo singolo della band bergamasca Euphorica, sarà dalla prossima settimana in rotazione radiofonica. Il brano, tratto dall’album omonimo, è stato riarrangiato in una nuova versione ricca di contaminazioni e prodotto da Giorgio Mastrocola.

In contemporanea con la nuova versione del singolo, sarà diffuso il videoclip ufficiale di “La Rivelazione” che verrà presentato durante l’esibizione live degli Euphorica sabato 31 ottobre 2015, alle ore 22.00 al Ninfea Music Club di Via Nazionale, 38 - Spinone a Lago (BG).

Ma voi avete ricordo del bambino che eravate?  Infondo tutti siamo stati bambini.

125 anni fa scompariva il 26 ottobre a Firenze il papà di Pinocchio, Carlo Lorenzin, meglio conosciuto come Carlo Collodi dal paese natio.

Come non ricordare il famoso burattino di legno che ha accompagnato tutti noi nell'immaginario mondo dei balocchi. 

Pinocchio, il pezzo di legno trovato da Mastro Ciliegia che rideva e piangeva come un bambino, nasce come storia a puntate sul giornale per bambini che esce il giovedì, non a caso giorno di vacanze nelle scuole italiane nel lontano 1880. La storia del famoso burattino si interrompe nel 1881 con una fine alquanto brutale: gli assassini impiccano Pinocchio sul ramo di una grande quercia.

Oggi vi riporteremo con la mente all’infanzia ricordando i natali di uno scrittore, pedagogista e giornalista italiano che con la sua intelligente comicità e il suo amore per la letteratura e la musica ha rinnovato la letteratura per l’infanzia  raccontando i temi della vita quotidiana attraverso personaggi e situazioni surreali, con la leggerezza e il divertimento che rendono l’educazione un piacevole gioco. Parliamo di Gianni Rodari, nato esattamente 95 anni fa. 


“Non siamo riusciti a fare arrabbiare neanche questa volta.”
Una frase, questa, che oggi non si sente quasi, e dico quasi, più. Anzi, oggi forse ci si arrabbia troppo.
Siamo nel 1964 e questa era la battuta che chiudeva il famosissimo Specchio Segreto, il programma che ha fatto la storia di quella ormai lontana tv degli italiani. Comica e divertente ma anche arguta e intelligente.
Lui è il grandissimo Giovanni Loy, per gli amici e in arte Nanni, di cui oggi ricordiamo il compleanno. Regista, sceneggiatore e attore, è la mente della Candid italiana (in America era già storia passata). Non una semplice comicità fine a se stessa ma molto di più: Specchio Segreto era un programma antropologico dai risvolti sociali, una cosa impegnata insomma.
Guardate come siamo fatti noi italiani, diceva Nanni.

contattaci

Ci piacerebbe conoscere il tuo progetto!

Un consulente ti contatterà entro 24 ore per discutere le tue esigenze in dettaglio e fornire un preventivo gratuito.

scrivici